L’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA) rimuove il CBD dalle sostanze dopanti

L’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA) ha annunciato che, dal 1° Gennaio 2018, il Cannabidiolo non apparterrà più alla lista di sostanze proibite.

Il WADA è stato istituito nel 1999, come un’agenzia internazionale indipendente, che concentra i propri sforzi sulla ricerca scientifica, sull’educazione e sullo sviluppo di tecniche antidoping, oltre al  monitoraggio del Codice Mondiale Antidoping.

La lista aggiornata al 19 Settembre 2017 con le relative modifiche saranno rese effettive dal 1° di Gennaio 2018. Tra queste modifiche vi è la decisione di rimuovere il Cannabidiolo (CBD) dalla lista di sostanze proibite. “Il Cannabidiolo non è più proibito […] tuttavia, il cannabidiolo estratto dalla pianta di cannabis potrebbe anche contenere concentrazioni variabili di THC, che rimane una sostanza proibita”. Questa modifica permette all’atleta di utilizzare, senza problemi, il CBD, come palliativo ed antinfiammatorio, senza doversi preoccupare di essere escluso dalla propria disciplina, o dover sopportare gli effetti collaterali o la dipendenza di altri farmaci per il dolore.

Grazie alle proprietà infiammatorie, molti sono gli atleti di fama mondiale che utilizzano nelle loro routine quotidiane il cannabidiolo. Come ad esempio il lottatore dell’UFC Nate Diaz, che utilizza il CBD per ridurre considerevolmente il tempo di recupero muscolare. Questo è dovuto alle proprietà antinfiammatorie, ma anche dal fatto che il CBD è un grande calmante del dolore, può aiutare con l’insonnia (il riposo è vitale per il recupero degli atleti).

Tutti i prodotti REWELL rispettano la normativa vigente di riferimento sui limiti di THC, attraverso i nostri processi di estrazione siamo in grado di isolare il CBD e ottenere così una materia prima pura e di altissima qualità sostenuta anche dai diversi controlli effettuati nelle varie fasi di produzione.

 

Bibliografia:

Who we are. [online] [Accesso 10 Oct. 2017] World Anti-Doping Agency. (2017). Prohibited list 2018 summary of modifications [online] [Accesso 9 Oct. 2017]Nagarkatte, P. Pandey, R. Rieder, S A. Hegde, V L. Nagarkatii, M. (2010). Cannabinoids as novel anti-inflammatory drugs. [online] [Accesso 10 Oct. 2017] World Anti-Doping Agency. (2017).