Il Cannabidiolo (CBD)

Ultimamente si sente parlare spesso di cannabis light ed in particolare del CBD e dei sui innumerevoli benefici. Ma cos’è il CBD e perché se ne parla tanto?

La scoperta del CBD è abbastanza recente, solo nel 1960 un chimico di nome Raphael Mechoulam ne determinò l’esatta struttura chimica che diede poi vita a diverse ulteriori ricerche scientifiche. Il Dott. Mechoulam scopri anche che alcune molecole del nostro corpo, chiamate endocannobinoidi, attivano i recettori dei cannabinoidi CB1 e CB2.

I primi recettori sono presenti nel cervello e in alcuni tessuti periferici mentre i secondi si trovano prevalentemente nelle cellule del sistema immunitario. L’insieme degli endocannabinoidi di un individuo viene identificato come sistema endocannabinoide. Il sistema endocannabinoide agisce sulla regolazione di una grande varietà di processi sia fisiologici che cognitivi, come l’appetito, la sensazione di dolore o l’umore.

Quindi cos’è il CBD?

Il cannabidiolo (CBD) è un metabolita estratto dalla pianta di Canapa Sativa, dai suoi fiori e dalle foglie. È una sostanza non psicoattiva, a differenza del THC, non crea quindi assuefazione e possiede notevoli capacità rilassanti, antinfiammatorie e antidolorifiche, tanto da suscitare sempre maggiore interesse da parte della comunità scientifica. Grazie al suo potenziale viene utilizzato per il trattamento di diverse problematiche ed è la sostanza a cui ci si riferisce quando si parla di “Cannabis terapeutica”.

Proprietà del CBD

Al CBD sono state attribuite diverse proprietà, alcune sostenute da ricerche scientifiche altre frutto di esperienze dirette da chi ne fa uso ormai quotidiano. Ma vediamo dalla foto sotto quali benefici possiamo trarre dal CBD.